venerdì 19 febbraio 2016

Una strana stagione...

Siamo in una situazione autun-invernal-primaverile che dura ormai da ottobre con temperature miti alternate a qualche sprazzo di gelo, a qualche spruzzo di neve, e poca acqua. Solo negli ultimi giorni è arrivata un po' di pioggia a riempire seriamente i torrenti.
Mi aspettavo un inverno rigido, un po' perché ormai era il tradizionale benvenuto ai nuovi residenti, un po' perché sarebbe stato il contrappasso delle temperature estive che abbiamo avuto...invece no, il freddo, quello vero, non lo abbiamo quasi visto.
Come nel 2014, vegetazione e animali sono in anticipo di quasi un mese sulla media. Al solito, mi preoccupano le gelate tardive che possono colpire gli alberi da frutto quando saranno in fioritura, le piogge torrenziali ad aprile, che possono far marcire gli ortaggi, e la siccità estiva che li asseta.
Che ci volete fare: i contadini si preoccupano sempre.

domenica 22 novembre 2015

E finalmente...

...è arrivata la neve. Giusto una spruzzata, viste le previsioni ieri pomeriggio ultimo giro nell'orto, siamo passati dai 12°C di mezzogiorno alla neve di mezzanotte, quindi ho fatto un giro per recuperare gli ultimi pomodori, due cavoli, un po' di peperoni, un mini zucchino e una manciata di fagiolini.
Stamattina il paesaggio verso Ristonchi era questo, poi il sole ha sciolto quasi tutto.



martedì 15 settembre 2015

Torta di mele e more


Ingredienti:
180 g di farina
120 g di zucchero semolato
un uovo
un cucchiaino di lievito
150 g di more  
4 mele
120 g di burro
pangrattato

sale

Lavorare con un cucchiaio di legno il burro morbido con 100 g di zucchero semolato, quindi aggiungere l'uovo e la farina con il lievito e un pizzico di sale. Formare un panetto alto due dita, avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo riposare in frigorifero per 30 minuti.
Lavare le mele, tagliarle a fettine e cuocerle in una casseruola con il resto dello zucchero e 100 ml di acqua per una decina di minuti. Accendere il forno e portarlo a 180°C.
Dividere la pasta in due parti e stenderla con il mattarello in 2 sfoglie sottili. Rivestire con la prima sfoglia uno stampo rotondo (diametro 24 cm), bucherellare il fondo e cospargerlo di pangrattato; riempire il guscio con le mele e le more lavate e asciugate, chiudere con la seconda sfoglia e praticare in superficie delle piccole incisioni per far fuoriuscire il vapore durante la cottura.
Infornare per 40 minuti. 
Cospargere con zucchero a velo una volta raffreddata.

(Ricetta originale su http://ricette.donnamoderna.com/torta-chiusa-con-mele-e-more)

lunedì 14 settembre 2015

Primo fuoco

Ieri sera abbiamo acceso per la prima volta la cucina economica. Non fa ancora poi così freddo, ma aveva piovuto, c'erano 19°C in cucina, dovevo mettere via delle lenzuola rimaste ancora un pochino umide, per cena volevo infornare una pizza...et voilà, ecco una serie di buoni motivi per accendere il primo fuoco della stagione autunno-inverno-primavera 2015/16.


domenica 6 settembre 2015

Il Pane della Dea


Per festeggiare l'Equinozio e l'arrivo dell'Autunno abbiamo organizzato una giornata con laboratorio del pane e celebrazioni pagane (l'ho già detto che sono una strega, no?), in collaborazione con Annalisa De Luca e l'Associazione Circuito Corto.
Maggiori info sulla pagina dell'evento su FB.

sabato 5 settembre 2015

Un'ottima annata

Vaiano - vitigno autoctono del Casentino

L'Estate del 2015 ha portato qualche novità: la casa di fronte alla nostra, chiusa ormai da un bel po' per la morte dell'anziano proprietario, è stata affittata a una famiglia con bimbi. La popolazione del Poggiolino è così aumentata esponenzialmente, da 2 abitanti a 6 (per tacer del cane, e della Gatta).
Adesso c'è qualcun altro che deve sorbirsi la domanda "Ma abitate qui tutto l'anno?!".
Alla quale si aggiunge "E per la scuola come fate?!", new entry nella top ten delle domande assurde, al pari con "E per fare la spesa ?!".
(Per la cronaca, ci sono ben due scuole elementari in zona, a Strada in Casentino e a Montemignaio.)

La pioggia è stata scarsissima e abbiamo avuto un po' di problemi con l'acqua (che non c'era). L'orto ne ha sofferto, e anche alcuni alberi. Polli e conigli invece prosperano.

Abbiamo avuto tantissime visite, cene e pranzi e pizzate...la vita sociale si concentra in estate! Soprattutto con chi deve venire a trovarci da Firenze e ha paura della neve (...)

Nuovi progetti stanno maturando...non ci fermiamo mai :-)

domenica 5 luglio 2015

Il primo pomodoro del 2015

Un solitario Piccadilly soppravvissuto alla grandinata del 24 Giugno. Poca roba, ma i fratellini stanno crescendo e maturando.
La notizia è avere un pomodoro maturo a inzio luglio: di solito bisogna aspettare i primi di agosto...
Queste sono piante che mi sono state regalate e portate da Firenze, quindi un po' più avanti di quelle fatte nascere qui..ma anche gli anni scorsi me ne avevano regalate, e mai avevo avuto pomodori così presto!
Clima strano...per la cronaca quest'anno hanno allegato anche i kiwi, vedremo se arriveranno a maturare anche loro.