sabato 12 novembre 2011

Non siamo scappati...



...siamo solo molto impegnati e grazie a M*rdacom sconnessi da internet. Aggiornamenti a breve!

giovedì 14 luglio 2011

Vivere in campagna è...

...alzare l'altezza della recinzione dell'orto dopo aver scoperto che i cervi saltano più in alto dei caprioli. E amano le foglie tenere delle zucche.

lunedì 30 maggio 2011

1^ cena del forum Casentinesi.it

Sabato sera siamo andati a Pratovecchio per conoscere un po' di bella gente...la prima cena del forum Casentinesi.it è andata benissimo. E a chi dice che in Casentino non c'è nulla si può rispondere che non ci sono solo sagre mangerecce ma anche feste interessanti - questa era a tema anni '70 - e molta gente simpatica. Qui un po' di foto della serata. :-)

martedì 17 maggio 2011

Domenica inaugurale

Domenica abbiamo fatto il primo pranzo a casa nostra, in barba al lavello ancora da montare e alle stoviglie ancora da cercare. Il pavimento è stato collaudato dai figli dei nostri amici con lanci da varie altezze di oggetti contundenti e spalmamento di cibo e fango - perché finalmente domenica l'effetto del 3 aprilante è terminato e abbiamo avuto una benefica pioggia. Ottima per la frutta, un po' meno per i panni lavati con il lavaggio d'inaugurazione della lavatrice, finalmente a posto.

mercoledì 4 maggio 2011

Abbiamo il pavimento!

Dopo un fine settimana + altre due serate + un altro fine settimana abbiamo finito il pavimento della cucina!
Ancora non ci pare vero, ma ce l'abbiamo fatta. La cosa più massacrante è stata la stuccatura delle fughe, forse perché fatta tutta insieme mentre la posa l'abbiamo fatta in più tempi.

Ricorda, la terra è bassa.*
Anche il pavimento, aggiungerei io...


*ammonimento dei nostri vecchi riguardo all'intenzione di occuparsi di agricoltura, lavoro notoriamente pesante.
L'atteggiamento dei contadini è un misto fra:
- fierezza nel vedere riconosciuto il "come si sta bene qui non si sta da nessuna parte"
- contentezza perché qualcuno si prende cura dei luoghi in cui loro hanno vissuto e lavorato
- convinzione che noi non sappiamo a cosa andiamo incontro
- incomprensione del perché vogliamo faticare sulla terra quando loro, anche con sacrifici, hanno spinto i propri figli a studiare e cercare lavoro altrove, pensando di sollevarli da tale peso.

Difficile far capire le nostre motivazioni, la possibilità di fare un'agricoltura diversa da quella industriale, simile per certi versi a quella che hanno fatto loro ma su basi diverse.
Noi, comunque, non demordiamo.

p.s. abbiamo anche iniziato la ricerca di un lavoro per Leonardo.

giovedì 28 aprile 2011

Veloce aggiornamento

I nostri lavori proseguono, abbiamo quasi finito di mettere le mattonelle in cucina, c'è da rifinirne l'imbiancatura e poi potremo rimettere al loro posto cucina a gas e cucina economica. Andiamo un po' a rilento visto che ci alziamo alle 5.30 per andare a lavorare a Firenze e torniamo verso le 18.30, ma in qualche modo (legale) dobbiamo procurarci i soldi per il mutuo e i lavori e per ora ci tocca il pendolarismo.
Stiamo quindi cercando:
1 . qualcuno con cui condividere la misera sorte del pendolare, in modo da dividere spese e viaggi
2. un lavoro per Leonardo che sia un po' più vicino - andrebbe bene anche la zona Pontassieve - Pelago... la parte tragica del pendolamento è attraversare tutta Firenze, il resto non è un problema.

Per ora l'orto è un po' misero, stanno spuntando insalata, rucola, zucche...le cipolle sembrano aver finalmente attecchito. Guardo i miei campi incolti, vorrei tanto darmi da fare..poi guardo la casa e la nostra roba ancora negli scatoloni e decisamente la precedenza va al finire di sistemarsi

giovedì 24 marzo 2011

Avete bisogno di una camera da letto?

Ci avanza (perché ce l'hanno data con la casa, stipata in un fondo) una camera da letto matrimoniale nuova, tutta nera con testata del letto a ventaglio con inserti verdi e pomoli dei comodini swaroski...è smontata, quindi non ho idea di quanti pezzi la compongano. Se a qualcuno serve la cediamo volentieri, si accettano offerte di scambio o un obolo; se volete venire a vederla vi offriamo un caffé o un the e una mano a portarla via.

Aggiornamento sull'avanzamento dei lavori:
abbiamo proseguito nella sistemazione dell'impianto elettrico improvvisandoci detective dell'ignoto; alla fine abbiamo scoperto che la corrente arrivava all'appartamento dalla dispensa sotto la cucina, tramite due infimi filetti blu. Però dalla porta di camera una forassite passa a un altro fondo, e una piattina tagliata a mezz'aria ricorda che una volta si passava da lì. Altre tracce, altro cemento, nuovi fili messi finalmente al posto giusto - la piattina murata direttamente nell'intonaco non ci dava molta fiducia...
Nel collegamento con la sala, neutro e fase sono neri, per la cronaca.

Ho preparato, usando un pannello di espanso, una dima di prova per trasformare la porta di collegamento fra cucina e camere in un passaggio con un piccolo arco.
Si passa a chiudere le tracce, con la voglia di trasferirsi entro il 10 aprile.

giovedì 10 marzo 2011

Voglio andare a vivere in campagna...

...ma non sono ancora convinto/vorrei prima provare per un po'/ vorrei vedere se resisto con la neve, la nebbia, il freddo e il fuoco che non vuole accendersi perché la legna è umida?

Il nostro attempato dirimpettaio - finora unico residente del Poggiolino, affitta una casa con ingresso indipendente a 300 €/mese per tutto l'anno. Ansioso di vederci lì tutti i giorni, "perché qua da solo fo la muffa", ci ha chiesto se conosciamo qualcuno a cui potrebbe interessare.



Venite gente!

Lavori in corso parte 1^

Abbiamo iniziato a sistemare la nostra tana, poco per volta ma stiamo procedendo.
Siamo partiti dalle camere, perché ci vogliamo trasferire prima possibile, e il letto è un requisito base per farlo.

Così abbiamo smontato i letti e un armadio presenti, che non riuseremo perché ne abbiamo già altri più adatti alle nostre esigenze. (Sì, è vero che il Pa*x è un troiaio, da un punto di vista ecologico, qualitativo ecc. però ce l'abbiamo e lo ricicliamo. Sperando che regga a un nuovo smontaggio/rimontaggio...).
Il letto matrimoniale in realtà è costituito da due letti gemelli in legno massello, per tenerli insieme le reti erano state legate. Penso che potrebbe essere riusato riadattandolo a una rete moderna, quella per cui è studiato è la vecchia a magline di ferro, che regala alla schiena un simpatico "effetto amaca".
Il letto da una piazza e mezza invece è in lamiera stampata con un decoro a rombo. Stesso discorso per la rete.
L'armadio anni '50 è in compensato, ancora utilizzabile.

Liberate le due stanze, siamo passati a raschiare via vernici e intonaci dove si staccavano. Com'è uso frequente da queste parti, nella muratura sono inseriti anche travi o assi o pezzi irregolari di legno. Entrambi i vani delle finestre sono costruiti con una tavola di legno, dalla quale vernice e stucchi tendono a staccarsi. Se possibile, con 1 mq di intonaco annesso.

L'impianto elettrico della casa è stato rifatto a norma (fase nero, neutro blu, terra, salvavita) ma solo al piano terreno, quello dei magazzini. In casa c'è ancora l'impianto vecchio, senza terra e multicolor. Dopo aver ponderato abbiamo deciso di mettere la terra e fare alcune modifiche.
Di  conseguenza i lavori sono stati:

Nella camera grande togliere i due appliques tappandone i buchi.

Fare le tracce per cambiare scatoline e per mettere un deviatore.
Cercare su Google "collegamento deviatore" per capire come collegarlo.
Far scattare 2 o 3 volte l'interruttore generale prima di capire che neutro e fase sono dello stesso colore. Rosso. Ma solo in parte dei collegamenti, per il resto sono bianchi. Quelli fra i deviatori sono grigi. Il neutro, a volte, è giallo. Chiaro, no?
Litigare con il cemento a presa rapida che non prende.
Litigare con i fili che non passano.
Cambiare ordine dei deviatori e quindi giro dei fili perché non passano.
Ricomprare cemento.
Metterne troppo.
Togliere il cemento di troppo e ridimensionare le bozze del muro
.
Stuccare.
Ripetere nella seconda stanza con relativo applique da rimuovere e applique nuova da mettere in collocazione più logica e utile.

Ci aspetta un ulteriore week-end di scartatura, bucatura, muratura.... E svuotatura magazzini: sulla mia pagina su ZR trovate vari oggetti che vorrei scambiare con altri a me più utili. Cliccate su Annunci - apri e sfogliate.

giovedì 17 febbraio 2011

15 febbraio 2011: qui comincia l'avventura...

Martedì abbiamo firmato il contratto e abbiamo avuto le chiavi!
Stravolti e felici, indebitati per i prossimi 30 anni ma finalmente con una casa tutta per noi.

Abbiamo una quantità di mobili e aggeggi in esubero, che ci sono stati lasciati con la casa. Seguirà a breve inventario dei beni in cerca di nuovo proprietario



Poggiolino di Battifolle, Castel San Niccolò (Ar)

venerdì 4 febbraio 2011

Che la banca sia con noi!

Pare sembra che...il mutuo ce lo hanno concesso.
Ora la palla è ripassata al notaio che ha da fissare una data che vada bene a mezzo paese...Intanto mercoledì faremo un giro in banca ad aprire il conto e fare gli altri preliminari necessari alla stipula.
Scorrete i post vecchi, ci sono diverse descrizioni di case e se vi interessa saperne di più chiamateci!

martedì 1 febbraio 2011

Il nostro futuro dipende da una banca

Siamo in trepida attesa della concessione del nostro mutuo, al massimo la prossima settimana dovrebbe arrivare il via libera...stiamo tenendo incrociate le dita dei mani e dei piedi.


Nel frattempo sono comparsi due nuovi cartelli "vendesi" a due passi dalla nostra futura casa e dalla casa dei miei genitori. Sono due terratetti di 5- 6 vani, uno è proprio all'interno del borgo, stretto fra altre case (ma dovrebbe avere un po' di terreno sul retro), l'altro è metà di una casa molto grande e non so dove abbia il terreno e quanto ne abbia.

Lo so che anche voi siete stufi di tutto e volete cambiare vita...venite a farci compagnia!


giovedì 20 gennaio 2011

I passaggi necessari per comprare casa







  1. Trovare la tana adatta a voi.


  2. Far controllare casa e documenti relativi alla casa da un geometra: in provincia di Arezzo, è prassi che sia il venditore a preoccuparsi di sistemare il tutto.


  3. Fare una proposta di acquisto al venditore, solitamente accompagnata da un assegno.


  4. Scegliere la banca con cui stipulare il mutuo.


  5. Far fare la perizia dall'incaricato della banca (e pagarla).


  6. Scegliere il notaio e far fare la relazione necessaria alla banca per erogare il mutuo (dove, semplificando, viene indicato che chi vende è il proprietario e può vendere, e che tutte le scartoffie sono a posto).
    (noi siamo a questo punto)


  7. Fare il compromesso, se è richiesto dalla banca e se si ritiene necessario: noi per ora non lo abbiamo fatto, e a dire il vero non abbiamo fatto neanche la proposta di acquisto;l'accordo verbale non è certo consigliabile, in linea di massima, ma abbiamo avuto modo di conoscere il venditore e ci fidiamo di lui.


  8. Aspettare l'ok della banca all'erogazione del mutuo.


  9. Fissare con il notaio per l'atto di compravendita e l'atto di mutuo.

Nel caso compriate del terreno agricolo, ricordate di far verificare se fra i vostri confinanti ci sono coltivatori diretti e se desiderano esercitare il diritto di prelazione.

lunedì 17 gennaio 2011

Ci vuole tanta pazienza






Oggi vi spiego come è possibile che occorrano un anno e molti soldi per comprare una casa: vi faccio un esempio pratico, il pagamento del perito.

Per acquistare casa, a meno che non siate fortunati, dovrete prendere un mutuo.
La banca deve sapere se chiedete una cifra congrua per l'acquisto: per questo motivo deve avere una perizia, che nel nostro caso è stata fatta da un geometra che lavora per una società esterna alla banca.
Finito il tour guidato della casa, il perito deve essere pagato.

Soluzione semplice:
Noi, basandoci su quanto scritto sul contratto, pensavamo di pagarlo in contanti (trattavasi della ragguardevole cifra di 300 €).

Tempo necessario: 2 minuti, il giorno stesso della perizia (venerdì 7 gennaio).


Soluzione italian style:

No no no, dal 1° gennaio è cambiato tutto: solo bonifico!
Cerca le coordinate bancarie sul contratto, vai a fare il bonifico e scopri che manca un numero: l'iban è errato.

Telefoni alla società: chiusi per ferie, è il 7 gennaio e hanno fatto ponte.

Ritelefoni alla società (lunedì 10): eh no, l'iban non lo possiamo dire direttamente a voi, chiedetelo alla banca che poi lo chiederà a noi. Noi lo diciamo a loro, che poi ve lo comunicheranno. (...che ha detto a me di dire a te che lo ha detto lui! Mmh! cit. Stanlio)

Telefoni alla banca che telefona alla società e ritelefona per dire che non lo hanno detto neanche a loro ma che saranno richiamati.

Ritelefona la banca per dire che non hanno saputo nulla, si spera per l'indomani.

L'11 telefona il direttore della banca per chiedere un documento, già che ci siamo viene coinvolto nella ricerca dell'iban.

Ritelefona il direttore con l'iban giusto, fai il bonifico e fai un fax della ricevuta al perito.

Tempo necessario: 5 giorni, una decina di telefonate (€), un bonifico (€), un fax (€).

Applicate con le debite proporzioni a tutti i passaggi necessari, e avete capito come si fa a rendere costoso, complicato e lungo l'acquisto di una casa.

martedì 4 gennaio 2011

Ultimi annunci - cercasi abitanti per il Casentino!


Stia – complesso di tre edifici: una casa grande, da risistemare, molto bella: tetto buono, cucina enorme, stanza e bagno al piano terremo; due stanze grandi al primo piano; due fondi. Addossata all'altra, una casa sui 50 mq, su due livelli: p. terreno cucina e salotto, al primo piano due camerine e un bagno. Abitabile con pochi lavori di aggiustamento. Il terzo edificio è un fienile ristrutturato, al piano terra salottino, al piano superiore stanza piuttosto ampia. A fianco del fienile annesso – lavanderia – deposito. 10 ettari di terreno circostante alla casa, non frammentato; per la maggior parte si tratta di boschi. Fonte privata. La posizione è incantevole, in fondo a una sterrata facilmente percorribile. Al confine con il parco delle Foreste Casentinesi. Vicino c'è un altra colonica, usata come seconda casa da persone a modo.
Io qui ci ho lasciato un pezzetto di cuore, ci terrei che venisse abitata e recuperata con amore. Spazi e terreni sono adatti a un progetto che comprenda agricoltura e ospitalità, lo spazio del fienile è adatto a essere usato anche per il ritrovo di piccoli gruppi. Noi ci avremmo visto bene una struttura multi-funzionale, già ora la nostra casa è luogo per incontri buddisti e per celebraziono pagane... ma potrebbe essere un b&b alle porte del parco, un punto tappa - ristoro per escursionisti, una fattoria didattica...
Per quello che c'è e per le potenzialità, il prezzo è ottimo: circa 200.000 € trattabili.

Strada – 330.000 €, casa grande con molti annessi, abitabile, 10 ettari di terreno, per la maggior parte bosco. Qui viceversa la richiesta è un po' esosa. La casa si compone di cucina e sala al p.terra, tre camere e bagno al primo piano. Forno a legna, stalla, fienile, garage, pollaio, fondo. Terreni tutt'ora coltivati con cura.

Consuma – casa con poco terreno, sulla statale. Adatta come seconda casa, molto carina, stanze rivestite con perlinato di legno. Sala molto grande con camino al pianto terra e cucina. Tre camere e bagno al primo piano. Rimessa, fondo. Riscaldamento.

Cetica – terratetto in piccolo borgo, sala con angolo cucina, due camere e due bagni. Terrazzo, piccolo terreno e fienile annesso. Riscaldamento da sistemare (quando siamo andati a vederla la proprietaria stava discutendo con i tecnici della caldaia perché era da due settimane senza acqua calda..)

Battifolle - appartamento all'ultimo piano con accesso da scala e terrazzino esterno. Salottino, lavanderia, sala grande con camino, cucina non molto luminosa, corridoio con accesso alla soffitta, bagno e due camere. Due fondi. Terreno a forma di L, pochi metri quadri. Costa poco, 130.000 €, ma i vicini del piano sotto ci hanno subito detto che speravano che la comprassimo perché c'è da rifare il tetto.

lunedì 3 gennaio 2011

Ancora case in cerca di proprietari (ma quante ne abbiamo viste!?)






Cetica – Colonica libera su quattro lati composta da soggiorno, cucinotto e piccolo bagno al piano terreno, 2 camere e bagno al piano primo. Giardino 400 mq a uso esclusivo. Ubicato a circa 800 mt s.l.m., ideale come seconda casa. 105.000 €.


In realtà: 75 mq, stanze in parte rivestite con perlinato di legno. Costa poco perché si trova in un piccolo borgo accessibile solo tramite sterrata fortemente in pendenza: è scomodissima perché l'auto va comunque lasciata al di fuori del borgo, causa viuzze strette. Il riscaldamento è con termocamino ma il luogo è freddo in inverno.

Cetica – Terratetto 7 vani 180 mq cucina abitabile, 2 camerine, 3 matrimoniali, 3 bagni. Termoautonomo, divisibile, ideale per b&b panoramicissimo, terrazza. 150.000 € trattabili.


 


In realtà: si trova all'interno di un borgo, ben accessibile. Casa molto grande, divisibile in due appartamenti ma con qualche difficoltà. La destinazione a B&b sarebbe probabilmente una buona idea. Non c'è terreno, solo una piccola terrazza. Se è il tipo di attività che vi interessa, prendetela in considerazione perché il prezzo è buono.

Strada – appartamento appena fuori dal centro, in affitto a 400 €/mese o in vendita a 120.000 €.

Ben sistemato, cucina, sala due camere e bagno + garage e piccolo giardinetto. In paese, non c'è terreno. Potrebbe essere una "base" transitoria mentre cercate la colonica dei vostri sogni, un investimento o la sistemazione ideale per un periodo di disintossicazione dalla città.

Vallucciole – in piccolo borgo, colonica da ristrutturare, fienile e altro annesso, vari ettari di terreno e bosco. 150.000 € circa. Luogo bello ma molto isolato, tranne che nel periodo estivo quando si popolano le seconde case del borgo. Per il resto dell'anno, intorno non si vedono altri paesi ma solo boschi. Ci sono da fare molti lavori alla casa.