venerdì 19 febbraio 2016

Una strana stagione...

Siamo in una situazione autun-invernal-primaverile che dura ormai da ottobre con temperature miti alternate a qualche sprazzo di gelo, a qualche spruzzo di neve, e poca acqua. Solo negli ultimi giorni è arrivata un po' di pioggia a riempire seriamente i torrenti.
Mi aspettavo un inverno rigido, un po' perché ormai era il tradizionale benvenuto ai nuovi residenti, un po' perché sarebbe stato il contrappasso delle temperature estive che abbiamo avuto...invece no, il freddo, quello vero, non lo abbiamo quasi visto.
Come nel 2014, vegetazione e animali sono in anticipo di quasi un mese sulla media. Al solito, mi preoccupano le gelate tardive che possono colpire gli alberi da frutto quando saranno in fioritura, le piogge torrenziali ad aprile, che possono far marcire gli ortaggi, e la siccità estiva che li asseta.
Che ci volete fare: i contadini si preoccupano sempre.