lunedì 13 gennaio 2014

La lotta al dissesto idrogeologico inizia da qui


...ossia, dal pulire i fossi di scolo. Non spetterebbe a noi farlo, ma il Comune se ne è occupato l'ultima volta tre estati fa, e noi da questa strada dobbiamo passare tutti i giorni. Foglie di castagno, foglie di quercia (quest'anno sono cadute presto), ricci vuoti, sassi e terra contribuiscono a colmare i fossi e l'acqua cerca un'altra strada, se la scava portando via altra terra, rimpozza sull'asfalto e con il gelo questo si disgrega sempre più.

Fare questo lavoro sul pezzo di strada che divide il castagneto dall'orto vuol dire anche collezionare commenti dal vicinato che si sposta fra Battifolle e Vertelli.

due uomini su un trattore :
"è strano vedere una donna con la zappa in mano, da queste parti"
"bisognerà che vi abituate!"(e per i posti a sedere ci stiamo attrezzando...)

Vicina che arriva e sbotta: "ma le foglie non danno mica noia all'acqua"
(buongiorno anche a te...)

Non abbiamo ancora finito, ma un po' per volta contiamo di sistemare fossi, fossetti & muretti.

Nessun commento:

Posta un commento